Il nostro Home Theatre

 
Oggi in un progetto di casa non può mancare una progettazione di un ambiente per l’home-theatre, cioè per la riproduzione di film e di musica ad alto livello qualitativo. Noi abbiamo realizzato un impianto home-theatre per mostrarvi le potenzialità di un ambiente correttamente concepito.

Recentemente ristrutturato, questo ambiente è frutto di un attento studio progettuale che non ha trascurato gli aspetti tecnici rivolti alla qualità del suono e della visione – per ovvie ragioni professionali in quanto rappresenta la sala demo d’ascolto dell’azienda – ma li ha sapientemente coniugati con gli aspetti estetici, anch’essi di primaria importanza, inserendo elementi d’arredo fortemente caratterizzati.

L’insieme, di grande impatto scenografico a detta dei nostri visitatori, è un ambiente che si sottrae ad una precisa cifra stilistica ma è piuttosto la contaminazione di diversi elementi strutturali ed architettonici presi a prestito dalla classicità (un neoclassicismo rivisitato, diremmo).

Si tratta di architravi, polene, bassorilievi, cornici, e di tipici elementi dell’arte greco-romana inframmezzati da elementi nonchè da materiali decisamente tecnologici e moderni.

Questi sono gli specchi, i quali dilatano all’infinito gli spazi in una sorta di falso gioco prospettico.
E ancora le sottili lastre di acciaio lucido con le quali curiosamente è stato realizzato il pavimento e che a loro volta riflettono arredi e luci che si rincorrono senza una fine.

L’effetto è quello di una sorta di spaesamento cui concorre anche il battiscopa, anch’esso in acciaio ma nel quale sono stati incassati dei faretti a led RGB che gettano anch’essi la loro luce colorata in un infinita tela di rimandi.

Affinchè questo effetto illuminotecnico sia conservato in modo più puro possibile i colori delle pareti e del soffitto vanno dal bianco assoluto al grigio perla e all’argento.

Chiaramente il progetto  della zona home-theatre è stato condizionato da vincoli architettonici, trattandosi di una ristrutturazione: la forma della stanza è infatti molto lunga (circa 11 mt.) e piuttosto stretta (circa 4 mt): è per questo che i nostri progettisti hanno pensato di dilatare lo spazio con l’inserimento a filo parete di una serie di specchi.

In mezzo, un importante seduta con telaio in acciaio profonda quanto una dormeuse progettata dai nostri designer. Particolare lo schienale costruito da tanti rettangoli di diversi tessuti a formare un motivo decisamente accattivante.

Per spezzare il ritmo monotono della stanza e creare movimento è stata inoltre creata a 3/4 dell’ambiente una sorta di pedana sopraelevata in modo da consentire oltretutto la visione anche stando seduti sul divano posteriore. A sottolineare questa rottura, il pavimento di questa zona è stato realizzato in moquette geometrica nelle stesse tonalità bianco-grigio: in tal modo si è venuto a creare un salotto dentro il salotto adibito alla visione della normale tv.

Un altro elemento comune a tutto l’ambiente deciso dai progettisti è la precisa esigenza di rigore formale e di pulizia delle linee, che è ottenuta con l’inserimento di divani squadrati, forma mantenuta anche per tutti gli arredi e i complementi.

L’apparenza dell’ambiente è a sorpresa quella di un salotto in quanto il grande schermo è occultato dietro ad un tendaggio mentre il proiettore è incassato nel controsoffitto.

Soltanto grazie all’automazione ed alla presenza della tecnologia è possibile, con lo sfioramento di un touch-screen, lanciare lo scenario proiezione, ricreando un home-theatre per la visione di un film, di un video o ancora dedicarsi all’ascolto della musica preferita, resa più emozionante dall’ottima qualità dell’impianto hi-end…

Ultimo fiore all’occhiello di questa particolare realizzazione è proprio il vario gioco illuminotecnico: dai faretti a led Rgb inseriti nel battiscopa, a quelli a parete, al cielo stellato con le fibre ottiche, anch’esse colorate, ai faretti dicroici presenti nel controsoffitto a centro stanza piuttosto che nascosti dietro una cornice in gesso lungo il perimetro della stanza.

Grazie alla gestione di ben 4 linee di luci tutte dimmerabili è possibile ottenere pressoché infiniti e suggestivi scenari luminosi.