Fotovoltaico

L’uso di pannelli solari costituisce un grande risparmio per l’abitazione che segue i principi della bioarchitettura, in cui uno degli obiettivi è la diminuzione tangibile del consumo di energia elettrica, acqua e gas o metano.

Ciò è possibile se durante la progettazione dell’edificio, villa o condominio che sia, si è tenuto conto di distribuire gli ambienti secondo l’orientamento e le percentuali di soleggiamento dell’ambiente in cui si va ad intervenire.

Un altro accorgimento riguarda le finestre, che devono essere pensate con orientamenti, dimensionamenti e materiali a seconda della destinazione d’uso degli ambienti. Questo favorirà un minor uso di energia per l’illuminamento degli ambienti.

I pannelli solari e i loro vantaggi:

Per quanto riguarda la produzione di acqua calda ad uso domestico, una buona percentuale può essere prodotta dai pannelli solari. Per il funzionamento delle pompe dell’acqua, per l’innaffiamento del giardino o per la depurazione della piscina si fa uso dei pannelli fotovoltaici con notevole risparmio energetico.

I pannelli solari vengono utilizzati per produrre acqua calda. L’acqua, la cui temperatura può raggiungere i 70°, viene immagazzinata in un apposito serbatoio.

Tre sono gli elementi che compongono il sistema di riscaldamento: il pannello solare, il serbatoio e una pompa.

Il pannello è formato da una lastra in rame o acciaio: all’interno è installato un sistema di tubatura per il ricircolo dell’acqua; sopra la lastra c’è invece una superficie di vetro per permettere l’effetto serra.

Nel serbatoio avviene il vero e proprio scambio di calore: l’acqua riscaldata dal pannello entra in contatto con quella che è contenuta nel serbatoio e, attraverso uno scambiatore di calore, cede la propria energia e così facendo riscalda l’acqua.

Per riscaldare un serbatoio di circa 80 litri è necessaria mezza giornata, anche se molto dipende dalla temperatura locale. Anche quando il cielo è coperto si può produrre acqua calda perchè la radiazione solare è sempre presente. In ogni caso, in genere questo sistema di riscaldamento viene integrato con quelli tradizionali.

I costi del fotovoltaico dipendono dal tipo di applicazione e installazione, e sono in continua evoluzione.
Per quanto riguarda il “guadagno” ambientale, un piccolo impianto fotovoltaico sufficiente a soddisfare le esigenze di una famiglia produce mediamente nell’arco di trent’anni 90.000 Kwh, con un risparmio di 22.500 kg di olio combustibile e dell’emissione di 63 tonnellate di Co2.

Grande risparmio sull’uso dell’acqua si può avere pensando di riusare l’acqua proveniente dall’uso domestico, opportunamente ed ecologicamente depurata per altri usi che talvolta sono più ingenti di quelli di routine come l’innaffiamento del prato, l’acqua usata nella cassetta nei bagni (sciacquone), l’acqua usata per la piscina o per usi esterni.
Attraverso un sistema di serbatoi interrati e di una pompa attivata con pannelli fotovoltaici potremmo eliminare il 90% dello spreco d’acqua e i suoi relativi costi.

L’impianto fotovoltaico

Un impianto fotovoltaico è costituito dall’insieme dei moduli di celle fotovoltaiche e dall’inverter che è necessario per trasformare la corrente continua generata dai pannelli fotovoltaici in corrente alternata, che è necessaria per il funzionamento delle apparecchiature domestiche.

Le tipologie di impianti fotovoltaici sono principalmente due, in funzione del fatto che siano o meno allacciati alla rete elettrica pubblica:

Impianti autonomi funzionanti in isola in cui sono presenti dispositivi di accumulo di energia che rendono autosufficiente l’impianto in caso di black out della rete pubblica;
Impianti collegati in parallelo alla rete pubblica. In questo caso l’energia prodotta in eccesso viene ceduta alla rete pubblica. Va sottolineato come solo quest’ultima tipologia di impianto fotovoltaico possa beneficiare delle sovvenzioni statali per l’installazione dell’impianto.

L’installazione dei pannelli fotovoltaici, come per i pannelli solari termici, può essere fatta sia sul tetto che a terra con orientamento verso sud ed una inclinazione di circa 30°.
Il costo degli impianti fotovoltaici è ancora piuttosto elevato, nonostante negli ultimi anni si sia ridotto notevolmente. L’installazione di un impianto a pannelli fotovoltaici è conveniente solo nel caso si sfruttino le sovvenzioni statali.